Skip to Content

Attenzione con Groupon

Commenti
by novembre 26, 2011 Social Network

Groupon e Groupalia funzionano davvero? [inchiesta]

Groupon non ha bisogno di presentazioni, rappresenta il primo e più grande servizio di “coupon” cioè sconti ed offerte su servizi di vario genere. Questa sera a Mi Manda Rai 3 si è discusso però di alcune “anomalie” che accadono con questo servizio. E’ vero che spesso ci sono offerte molto alettanti e convenienti ma è altrettanto vero che non ci sono garanzie sulla qualità del servizio offerto e non di rado accadono situazioni imbarazzanti o veri e propri disservizi.

Ecco alcuni dei casi indesiderati che accadono con Groupon (e altri servizi simili):

> Il coupon viene spesso interpretato diversamente dal venditore del servizio

> Il coupon spesso non copre tutte le spese del servizio e quindi ci si ritrova a pagare una quota non prevista

> Il coupon spesso non è “gestibile” dal venditore in quanto non riesce a soddifare tutte le richieste pervenute

> Il coupon crea utenti di “serie B” nel senso che spesso viene data precedenza agli utenti che pagano a prezzo pieno

I disservizi non avvengono solo lato cliente. Anche gli stessi professionisti e aziende possono risultare “vittime” di questo nuovo marketing. Scelgono Groupon o Groupalia per farsi pubblicità per acquisire nuovi clienti ma spesso ottengono l’effetto contrario. Questo accade quando ad esempio vengono indotti (da Groupon, Groupalia, ecc..) a creare un’offerta o pacchetto ultra scontato che non ha effettivamente le basi per sussistere. In questi casi capita spesso l’effetto dell’over-booking che diventa quindi impossibile da gestire da parte del venditore: il risultato è un rifiuto delle richieste e conseguente danneggiamento della propria immagine.

Groupon ha uno solo scopo, vendere quanti più possibili coupon per guadagnare la sua %: a loro non interessa affatto poi quello che accade all’azienda o professionista che lo utilizza per farsi pubblicità.

Insomma, Groupon (e simili) dopo aver avuto un picco di popolarità (e fatturato) comincia ad accusare i primi acciacchi e vengono fuori le prime evidenze di una tendenza oramai in declino. Quale sarà il prossimo vero “fenomeno” del marketing online?

Previous
Next

Un commentocommenti8

  1. Poverineee…

    “ La verità? Spesso ti senti un cliente di serie B”, racconta Leonora, di Milano. “ Appena dici di avere un coupon cambia l’atteggiamento del proprietario.

    Davvero?
    E come si deve chiamare allora una che entra travestita da “Cliente” con un mazzo di coupon in mano di tutti i centri estetici della zona sud-est di Roma?? Una “Cliente di Serie A” ??

    Dovrei offrire il posto della mia cliente abituale che è fidelizzata per lasciaere il posto a questa “infedele cronica” che pretende le fasce orarie più ambite e rischiare di perdere la mia affezionata?
    Mi sono sentita dire: “la gente normale la mattina lavora!!!” A si? E le mia abituali clienti infermiere, medici, operatrici nel sociale impegnate che salvano la vita agli altri e che lavorano la notte e sono venute la mattina a farsi la ceretta senza aver dormito sono ANORMALI? Mentre tu che fai l’impiegata con l’orario 09,00/18,00 con il bel sederone seduto sulla sedia alla scrivania a far finta di lavorare mentre rastrelli offerte sul web invece sei normale? e pretendi le ore comode!

    Non credo proprio! Negli Stati Uniti (popolo serio) col coupon entri solo in determinate fasce orarie, e tu che paghi un prezzo conveniente ti adatti! E’ giusto cosi!

    Nel mio centro estetico ho ricevuto una marea di volte il coupon sbagliato dalle “poverine” distratte e altrettante volte ho scoperto che andavano in un altro posto a fare i trattamenti e pretendevano di venire da me appena terminato il ciclo precedente, evviva l’esercito degli SCROCCONI!!

    Ccà nisciuno è fesso!

  2. COME PERDERE CLIENTI CON LA PUBBLICITA’ SU GROUPON O GROUPALIA
    Allego il commento di Alice trovato sul web e condivido…

    Alice ha detto…
    … Ciao a tutti, sono la titolare di un centro benessere che soffre dell’attuale situazione di crisi generale e che ad aprile, nel tentativo di fare promozione, ha firmato un contratto con Groupon.
    Siccome per me, come partner, è stata un’esperienza disastrosa vorrei condividere con voi la cosa e puntualizzare alcuni aspetti.
    Condivido pienamente l’analisi fatta da Dario, veorrei solo puntualizzare che Groupon non prende il 40% ma ben il 50% + iva rispetto a quello che paga il cliente…cifra folle…e che se qualcuno compra il coupon e poi non lo utilizza la cifra pagata dal cliente rimane tutta a groupon!
    Rispetto all’analisi del cliente tipo mi ritrovo abbastanza: mi sono arrivati clienti che si presentavano con un fascio di 20/30 coupon diversi, per altrettanti centri estetici diversi, e passavano i primi 5 minuti a sfogliare i vari coupon per trovare il mio…chiaro segno del fatto che non importa dove vanno, l’importante è spendere poco…e non sempre è perchè non hanno le possibilità perchè mi sono arrivate clienti impellicciate e vestite Dolce e Gabbana da testa a piedi quindi…
    A parte questo il problema è anche che i rappresentanti di Groupon non ti preparano assolutamente a quello a cui andrai in contro, nessuno ti dice “guarda che con questa offerta venderai più di 300 coupon e ti troverai quindi con più di mille trattamenti da fare” per cui chi si avvicina per la prima volta a questo tipo di promozione si trova completamente impreparato a gestire la situazione.
    Nel mio caso io lavoro da sola, ho fatto un’offerta che consisteva in 3 massaggi a 39€, non mi hanno permesso di limitare i coupon acquistabili e mi hanno venduto 420 coupon…fanno 1260 massaggi da fare in 6 mesi…facendo i calcoli sarebbe stato impossibile farli tutti anche se per 6 mesi avessi fatto 10 massaggi al giorno e trattato solo i clienti Groupon!
    Ovviamente, non potendomi permettere di perdere la mia clientela fidelizzata per fare i trattamenti ai clienti Groupon, ad un certo punto sono stata costretta a chiedere ad alcune delle persone che si presentavano di farsi rimborsare il coupon, cosa che Groupon fa e anche in tempi brevi.
    Ho sempre cercato di essere gentile e rispettosa, di accontentare il maggior numero di persone possibile e di erogare il servizio al meglio ma mi sono sentita mandare al diavolo, anzi proprio affanc…, mi sono sentita dire che “se lei fosse intelligente assumerebbe qualcuno!” …già…peccato che io ci guadagnassi 6€ a massaggio…chi ci pago con quella cifra?
    Insomma ora che i 6 mesi sono passati e posso tirare le somme il risultato è questo:
    -nelle prime due settimane dalla pubblicazione dell’offerta ho lavorato 10 ore al giorno senza pausa, senza pranzare, sono dimagrita 6 chili e sono dovuta andare 2 volte dall’osteopata per farmi rimettere in sesto la schiena
    -ho perso un tot di clienti perchè non trovavano posto per settimane e se una deve fare una ceretta non è che puoi darle l’appuntamento al mese dopo
    -sono stata insultata e maltrattata da gente che neanche conosco spesso per colpe che non erano mie ad es. la signora che acquista il coupon e poi se la prende con me perchè lei è libera solo dopo le 18:30 e non può venire prima perchè lei lavora…già, anche io, 10 ore al giorno dalle 9 alle 19 e sul coupon c’è scritto quindi se non puoi essere qui prima delle 19 non lo comprare!
    -di clienti nuovi, tornati anche per fare altri trattamenti, ne ho acquisiti 4
    – di quello che ho guadagnato, i famosi 6€ a massaggio, tolto il materiale non mi è rimasto in tasca nulla
    Spero che ad altri sia andata meglio ma sinceramente non è un metodo promozionale che mi sento di consigliare a nessuno…alla fine è vero, ci guadagna solo Groupon!

  3. Adesso sono usciti una marea di siti dove svendere i propri servigi ma attenzione ai contratti!!!

    Mi è capitato fra le mani quello di Prezzo Felice, se non stai attenta ti fanno firmare un contratto dove se rifiuti di accettare anche un solo coupon – magari di un cliente indesiderato o maleducato – ti applicano una penale per danno d’immagine di 50.000 euro!! Ebbene si non ho sbagliato a scrivere, cinquantamila euro!! Non parliamo degli altri articoli dove viene sempre riportata la parola unilaterale, indovinate per chi sono le clausole unilaterali?

    Per non parlare delle responsabilità civili e penali totalmente a carico vostro e della vostra azienda! Loro non rischiano nulla, comodo no? Si beccano solo i vostri soldini puliti puliti e a voi il lavoro!

    Attenzione ragazze a facili firme su pezzi di carta!!!

  4. Amara esperienza con groupon , come operatore avevo deciso un prezzo con loro , ma stranamente il prezzo da loro offerto era un altro , ovviamente da fallimento per me , mi restava malapena 1 euro in tasca , oltretutto mi hanno venduto oltre 4500 ore di lavoro , impossibile anche volendo accontentare la clientela , che ovviamente da del ladro a me – oltretutto groupon si prende il 50% del prezzo patuito + l’iva – COMMERCIANTI NON LAVORATE CON GROUPON cambiano il prezzo e vi rubono il 70% – poi i clienti se la prendono con voi

  5. Scrivi il tuo comCiao a tutti! Mi chiamo Fabrizio e sono uno ei tanti che sta aspettando da mesi un rimborso di 250 euro per un viaggio ad Amsterdam. Insieme ad altra gente TRUFFATA stiamo organizzando un’azione legale collettiva contro Groupalia. Riteniamo che sia inaccettabile che un’azienda come questa si permetta di prendere in giro e rubare i soldi alla gente. Chiaramente piu siamo meglio è…pensavamo di “appoggiarci” ad una Associazione dei consumatori (in particolare Adiconsum di Padova). Scrivetemi a fabriziominute@libero.it
    inoltrandomi possibilmente in che modo siete stati truffati. In questo modo sarà più semplice organizzare l’azione legale con l’Adiconsum.
    A presto,

    Fabriziomento qui…

  6. Buonasera,
    Oggi ho avuto modo di testare il pessimo servizio del sito Groupon e volevo raccontare il fatto.  Ieri sera ho acquistato un coupon per una seduta dal parrucchiere a Lissone con disponibilità dell’esercente da martedì a sabato e scadenza coupon 27/12. Questa mattina alle 8.43 chiamo il negozio per prenotare (nota bene che il negozio aveva aperto alle 8.30) e mi sento dire che per il venerdì e il sabato era già tutto prenotato fino a fine dicembre (data di scadenza del coupon). Ovviamente chiamando senza menzionare il coupon la prenotazione era possibilissima. 
    Chiamo il call center di Groupon per esercitare il mio diritto di recesso e per segnalare l’esercente scorretto (sarebbe bastato scrive che l’offerta era valida solo da martedì a giovedì e non avrei mai acquistato il coupon) e mi sento dire che per esercitare il mio diritto di recesso devo mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno. No ma stiamo scherzando?! Io per esercitare un mio DIRITTO devo pagare dei soldi?! Non basta una mail ma devo recarmi in posta?! 
    Fino all’anno scorso era sufficiente una mail e avveniva l’accredito sulla carta di credito, evidentemente per disincentivare le persone ad avvalersi del diritto di recesso hanno inventato questa furberia. Nemmeno basta la mail certificata, ci vuole proprio la raccomandata rr.
    Il servizio è pessimo e credo che sia giusto segnalarlo il più possibile!!!!!!

  7. Questo sucede per che non chiamate i negozianti prima di acquistare qualsiasi cosa , spesso groupon scrive nelle inserzione quello che gli fa comodo in modo di attirare clienti , ricordatevi che groupon prende i soldi subito , poi i commercianti vengono pagati quando voi avete fatto la prestazione , tanto spesso il cliente se la prende con il commerciante e non con groupon , dovete smettere di acquistare su questi portali che sbandierano sconti del 80/90 % sono dei parasiti dell commercio , basti pensare che un commerciante ha il 55% di tasse da pagare , non sta ne in cielo ne in terra sconti cosi alti , vuol dire rimmeterci

  8. Scrivi il tuo commento qui…scusate una curiosità… ma se il cliente acquista il cupon, (paga subito a grupon quindi loro comunque incassano, ) e poi non viene o peggio perde il cupon ??? grupon a gia incassato, e l’esercente ???non prende nemmeno il misero 50%che gli spettava ??

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà visibile Contrassegnati i campi obbligatori *

*