Skip to Content

Come Fare e Creare un Newsletter di Successo

Come Fare e Creare un Newsletter di Successo

Commento

Per tutte le aziende il contatto costante con i clienti è di vitale importanza. Oggi grazie ad internet mantenere questi contatti è molto più semplice. Uno strumento infatti molto potente che consente ad azienda e clienti di interagire è quella della NEWSLETTER.

In questo articolo illustreremo i passi principali per creare una newsletter di successo, dove per successo si intende un elevato grado di gradimento dei clienti per queste e-mail di news e aggiornamento che ricevono. La newsletter deve essere vista come un servizio offerto verso il cliente e non come SPAM!

Di seguito le cose principali da cui partire per fare una buona newsletter:

 

Inviare email, programma newsletter. Scarica gratis!Inizia da una Lista
Comporre una lista è in realtà molto più semplice di quanto sembri. Se possiedi un elenco clienti è un buon punto d’inizio; se disponi di un elenco abbonati, usalo pure. Se invece sei un libero professionista (ad es. avvocato, dentista, ecc.) e non hai mai chiesto ai tuoi clienti o pazienti un indirizzo di posta elettronica, è giunto il momento di incominciare a farlo.
Se la tua attività non rientra nel genere di attività per le quali si possiede un elenco delle parti interessate (case editrici on line o consulenti o qualunque sito che non richieda un abbonamento), allora devi affidarti ad altre fonti per redigere una lista. Per questo le liste di gruppi hanno un vantaggio su tutti in questo settore.
Se disponi di questi indirizzi sul PC, magari in documenti sparsi o nella casella di posta elettronica, puoi usare un programma come ATOMIC EMAIL LOGGER che è in grado di estrarre tutte le email presenti nel tuo computer e di organizzarle e ordinarle per poterle usare come una lista della newsletter
Esistono programmi come ATOMIC EMAIL HUNTER invece che consentono di ricercare e estrarre indirizzi mail nel web in base a delle parole chiave desiderate.
NB: Non è né necessario né raccomandabile acquistare una lista per una newsletter.
Verificare gli Indirizzi di Posta
Una volta che hai pronta una buona lista di indirizzi e-mail bisogna cercare di evitare di inviare newsletter ad indirizzi non validi altrimenti dovrai fare i conti con messaggi non recapitati. Circa un terzo degli indirizzi raccolti dalla tua Inbox è da ritenere inattivo.
La prima cosa che ti suggeriamo di fare è quella di verificare gli indirizzi utilizzando uno strumento come ATOMIC EMAIL VERIFIER. Con Email Verifier non devi far altro che importare la tua lista di indirizzi selezionati e fare clic su “Avvia”. Lo strumento è rapido e la sua velocità dipende dalle dimensioni della tua lista, dalla tua connessione e dalla velocità del Web. Se la lista è effettivamente lunga, fai partire la verifica di notte.
Creazione del Messaggio
HTML o semplice testo? La disputa è sempre in corso. L’HTML è migliore del testo per molte ragioni, anche se ciò non significa necessariamente che il suo uso sia raccomandabile. Quando usi l’HTML, puoi dare un’impostazione alla tua newsletter esattamente come la desideri. Puoi inserire grafici (o meglio collegamenti a grafici), colonne multiple e diversi caratteri e colori. Se ricorri alle colonne multiple, puoi inserire le promozioni al margine ed illustrare la sostanza a metà della newsletter.
Esistono servizi online di e-mail marketing come UNISENDER che ti consentono di scegliere il template del messaggio da inviare, già pronto, devi solo inserire il testo che desideri… UniSender invia con alta velocità le tue newsletters e-mail ed SMS ai tuoi clienti. Non è richiesto nessun software e nessuna configurazione da parte tua.
Inoltre registra le letture, i click, le e-mail non consegnate, le segnalazioni spam, etc..
Offrire alla gente la possibilità di cancellarsi è molto importante. Concedere agli iscritti un modo per non ricevere più la tua newsletter è un requisito legale che ti viene richiesto. Puoi legare l’indirizzo di posta elettronica a dei link, in modo tale che quando un lettore fa clic sul link della cancellazione, il suo indirizzo viene automaticamente inviato ad un modulo su un sito che rimuove gli indirizzi. Non vi è alcuna possibilità che il lettore invii un messaggio dall’indirizzo sbagliato e cerchi di cancellare un indirizzo che non compare nemmeno sulla lista, e che continuando a ricevere la newsletter ne rimanga meravigliato. È per questo motivo che questo sistema ha sempre funzionato senza intoppi.
Inviare email, programma newsletter. Scarica gratis!Invio del Messaggio
Prima di procedere all’invio del messaggio è consigliabile fare un INVIO DI TEST. Puoi inviare il messaggio alla tua casella email e verificare che tutto sia OK (messaggio, immagini, link…) ecc…
Se possiedi una lista ampia (>50 contatti) ti consigliamo di usare un programma specializzato per l’invio di e-mail e newsletter come ATOMIC MAIL SENDER.
Atomic Mail Sender è un programma flessibile per l’invio diretto di e-mail con il supporto di invio massivo di email in formato HTML. Il numero di destinatari e il numero di liste gestibili sono illimitati. Atomic Mail Sender è un ottimo strumento anche per l’invio di grandi quantità di e-mail personalizzate. . Il programma consente di eseguire le principali operazioni di gestione delle liste, ad esempio: aggiungere nuovi indirizzi, rimuovere indirizzi inutilizzati, ecc. Atomic Mail Sender dispone del proprio server SMTP interno e invia i messaggi di posta elettronica direttamente ai destinatari senza bisogno del server di posta del provider.
Analisi della campagna Newsletter
Determinante per il successo delle tue newsletter è l’analisi di queste ultime in termini di mail consegnate, mail aperte, click ecc…. Se utilizzi il programma Atomic Mail Sender, è possibile richiedere anche la funzionalità “EMAIL TRACKER” la quale consente di tracciare tutto quello che avviene subito dopo l’invio dei messaggi. Email Tracker offre vari report con possibilità di filtraggio e visualizzazione dei principali dati come il numero dei messaggi inviati e aperti dagli utenti, la percentuale di apertura (= e-mail aperte / e-mail inviate), i link cliccati e il parametro CTR (= link cliccati / e-mail aperte) ecc….
Previous
Next

Un commentocommenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà visibile Contrassegnati i campi obbligatori *

*