Skip to Content

Come fare soldi con Adsense: Aumentiamo il potenziale di monetizzazione.

Come fare soldi con Adsense: Aumentiamo il potenziale di monetizzazione.

Be First!
by gennaio 27, 2017 SEO e Web Marketing

Abbiamo parlato dell’importanza di attirare più visitatori per migliore la redditività del vostro Adsense, oggi torniamo a questa serie di articoli sulla monetizzazione con Adsense, per analizzare diversi metodi per aumentare i possibili guadagni del proprio blog. Esistono parecchi sistemi per farlo ma, una delle strategie più importanti quella dell’ottimizzazione degli annunci e di tutta la pubblicità inserita nel blog.

Nei prossimi giorni potrete tentare l’implementazione dei diversi suggerimenti che posteremo, attirando più visitatori, aumentando il potenziale di monetizzazione del vostro blog e, conseguentemente, aumentando il denaro nei vostri conti.

Adsense può essere ottimizzato in molti modi ma ci sono 5 regole che sono ritenute basilari dalla stessa Google le più efficienti per quanto riguarda l’ottimizzazione degli annunci contestuali. Sono considerate i suggerimenti più importanti per aumentarre le potenzialita di un blog, visto tra l’altro, che sono usati da centinaia di inserzionisti, i quali riescono ad ottenere elevate percentuali di ritorno e successo. Vediamoli…

SUGGERIMENTO 1

Analizzare le proprie pagine

Il primo passo per una ottimizzazione di successo di Adsense, è quello, sicuramente, dell’analisi delle pagine presenti nel proprio blog. Quando si vogliono posizionare gli annunci nel blog, e/o quando si realizzano innumerevoli test di ottimizzazione non ottenendo i risultati sperati, diviene essenziale, farsi qualche domanda:

  • Qual’è la tipologia di contenuti del blog?
    I visitatori reagiscono in modo diverso agli articoli brevi, articoli più profondi, forum e video-blog. Si deve, dunque, considerare come prima cosa, come i visitatori interagiranno con il blog e con i contenuti. Se necessario domandate ad altri blogger e webmaster che gestiscono forum, video-blog ed altre tipologie di siti, per comprendere se questi stanno ricevendo guadagni considerevoli o meno.
  • Dove i visitatori focalizzano la propria attenzione?
    Gli annunci dovranno essere inseriti in posizioni dove i visitatori possano averne una maggiore percezione, ma conformemente a quanto riferito nell’articolo sul mantenere i visitatori più a lungo per aumentare i guadagni, Non inserite mai gli annunci come distrazione o interruzione di quanto stanno facendo, sia ciò osservare un video, riempire un formulario o leggere un articolo particolarmente esteso. Gli annunci funzionano meglio se usati come un sistema per uscire dal blog e non come un’interruzione del processo di lettura.
  • Riuscite ad inserire gli annunci nel blog, senza renderne difficoltosa la lettura?
    Conformemente a quanto si può osservare nella GoogleHeatMap, in alto, non è difficile percepire quali sono le posizioni che generano maggiori introiti o quelle che generano maggiori conversioni, nonostante questo però, è importante considerare, come suggerito al punto precedente di non interrompere nessun impegno del visitatore perché, come certamente saprete, gli annunci Adsense, aprono una nuova pagina, ciò significa che generare guadagni, a volte, vuol dire, ala perdita di molti lettori.
  • Non bisogna dimenticare i gusti degli inserzionisti come desiderano apparire nel blog. Se riusciamo a rendere il blog più presentabile ed interessante, utilizzando i suggerimenti fin qui proposti, ci troveremo in una posizione migliore per attirare più inserzionisti migliorando la contestualizzazione, utile ai nostri lettori.

SUGGERIMENTO 2

Fare uso dei canali di filtraggio

Adsense possiede dentro il suo pannello di amministrazione un menu, che viene generato tutte le volte che si tenta di creare un nuovo annuncio. Questo menu, in inglese si chiama “Custom Channels”, mentre in italiano “Canali”. Se tentate di creare un nuovo annuncio per il blog, giungerete ad un passo in cui vi apparirà un finestra come questa:

Qui potrete definire il nome per il vostro canale di filtraggio, che successivamente apparirà nei rapporti dei guadagni di Adsense. Ogni qualvolta creerete un blocco di annunci, dovrete creare un canale per percepire quali sono quelli che stanno generando maggiori introiti e/o che hanno la necessita di essere modificati, visto che, è sempre possibile, alterarne il posizionamento, le dimensioni ed anche i colori usati, con l’ovvio intento di migliorarne le potenzialità.
Per esempio, potrete controllare il banner da 728×90 magari inserito nell’header del blog, unitamente al banner rettangolare inserito dentro gli articoli, e percepire quale dei due sta ricevendo più click, generando più utili. I canali sono anche un sistema per aiutare a fare test per cercare di migliorare la monetizzazione di un blog.

SUGGERIMENTO 3

Ottimizzare la posizione e lo stile degli annunci

Il prossimo passo da compiere è quello di ottimizzare le possibili caratteristiche degli annunci, nel particolare, colori, posizionamento e dimensioni, e farlo secondo pensando ad una migliore esperienza dei visitatori, degli inserzionisti ed anche alle performances degli stessi annunci. Google ha già riferito, parecchie volte, che gli annunci con migliori performances sono il rettangolo medio (300×250), lo Skyscraper (160×600) ed il leader board (728×90). Si può, inoltre, selezionare se ricevere annunci contenenti immagini o video, oppure di testo (i primi risultano essere più attraenti e dinamici). E’ importante, comunque, implementare i propri annunci in un modo tale da renderli consistenti, utili e migliori per gli inserzionisti. Utilizzare i colori in modo intelligente ed efficace. Tentare di camuffare gli annunci con i colori e le caratteristiche del blog ma, mai, in modo eccessivo al punto tale da non renderli visibili ai visitatori. Gli annunci senza bordo funzionano meglio, così come gli annunci che evidenziano efficientemente i titoli e gli indirizzi URL degli inserzionisti. Testare diversi combinazioni di colori e posizionamenti, e successivamente mantenere soltanto quelli che risultano essere più performanti.

SUGGERIMENTO 4

Aumentare gli utili con l’uso di annunci multipli

E’ raccomandabile l’uso di diversi annunci nelle pagine, contemporaneamente al mantenimento della giusta esperienza dei visitatori. Si possono usare i canali per comprendere quali unità funzionano meglio e che generano più utili, e successivamente strutturare la pagine conformemente agli annunci che ottengono maggiori risultati. Gli annunci di Google vengono inseriti per ordine di monetizzazione, Ciò significa che l’inserzionista più redditizio è inserito sempre al primo posto nel proprio codice HTML.
Ossia, se si è inserito un leader board nell’header del blog, ma attraverso i criteri si giunge alla conclusione che il rettangolo medio inserito nei post genera un CTR ed un eCPM migliore, tentate di inserire quest’ultimo blocco di annunci in prima posizione nel vostro codice HTML.

SUGGERIMENTO 5

Valutare i risultati e testare

L’ultimo passo in realtà non è altro che la consapevolezza che si possiede degli annunci che sono stati inseriti nel blog. Per fare una valutazione corretta delle posizioni che generano più entrate, iniziamo con l’utilizzare i canali di filtraggio. Si possono fare test anche per qualche mese, e successivamente estrarre un rapporto completo per ogni canale, tentando, con ciò, di percepire quali sono gli annunci più efficienti, compreso quelli che usano colori diversi, posizioni e dimensioni differenti.. Si possono usare anche i rapporti di posizionamento degli annunci contestuali (di testo) per verificare quali stanno ricevendo inserzionisti orientati al nostro contenuto e se questi migliorano la propria performance dopo l’ottimizzazione appena realizzata.

CONCLUSIONE

Proprio come accennato negli ultimi articoli, nei prossimi giorni potrete tentare l’implementazione dei diversi suggerimenti che posteremo, attirando più visitatori, aumentando il potenziale di monetizzazione del vostro blog e, conseguentemente, aumentando il denaro nei vostri conti. Nei prossimi articoli, ci piacerebbe leggere anche le vostre esperienze, guadagni, frustrazioni, perché si possa, tutti insieme, migliorare al massimo la redditività di Adsense.

Previous
Next

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà visibile Contrassegnati i campi obbligatori *

*