Skip to Content

Come lavorare con i bambini down

Come lavorare con i bambini down

Commenti
by febbraio 22, 2011 Lavoro, Società e Cultura

down_sindrome

La sindrome di Down è una delle più note patologie prodotte da un’anomalia negli autosomi. Altro termine quasi sinonimo è trisomia 21 poiché è causato da una compromissione a livello del cromosoma 21. Di solito, questa condizione comporta diverse conseguenze negative, diverse anomalie (ma sempre ritardo mentale) che si verificano contemporaneamente.

Nella maggior parte dei casi l’individuo ha corpo basso e tozzo, collo grosso, macroglossia, e plica palmare. Il ritardo mentale varia da forme più gravi a forme lievi.

Si ha maggiore sensibilità alle infezioni e, spesso, disfunzioni del cuore e di altri organi: principalmente per tal motivo la vita media, senza interventi, non supera i 30-40 anni. Attualmente, col progredire delle tecniche chirurgiche, molte anomalie cardiache anatomiche possono essere trattate con successo.

Gli individui portatori della sindrome presentano un carattere molto docile, tranquillo, e sono caratterizzati da un forte spirito emulativo.

Si può lavorare sui singoli problemi individualmente.
Il problema del linguaggio può essere superato portando regolarmente e assiduamente il soggetto da un logopedista specializzato.

Infine il problema del ritardo mentale è il più importante da affrontare e il consiglio generale è quello di stimolare l’attività intellettiva del soggetto con molteplici attività fin dalla tenera età, senza pretendere grandi risultati. Un ruolo importantissimo è affidato ai primissimi educatori, genitori e i familiari stretti, che non devono mai smettere di insegnare anche le cose più ovvie.

Altro stimolo molto forte si può ricevere da un animale domestico (cane, gatto, cavallo) con cui viene instaurata un’amicizia profonda, che consente al Down di superare molte difficoltà. L’uso di strumenti elettronici è consigliato, dato che i Down rispondono automaticamente ai comandi.

Previous
Next

Un commentocommenti2

  1. AIUTO ❗ IO SN UNA MAESTRA DI UN BIMBO DOWN E NN SO PIU COSA FARGLI FARE!!!!! VI PREGO AIUTATEMI 😥 😥 😥

  2. Sono una baby sitter, e ultimamente mi hanno chiesto di esserlo di un bimbo down — come ci si comporta con loro e che giochi potrei fare ?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà visibile Contrassegnati i campi obbligatori *

*