Skip to Content

Nuova alternativa a Megaupload con 50GB gratis

Nuova alternativa a Megaupload con 50GB gratis

Sii il Primo!
da novembre 18, 2013 Internet News, News e Curiosità

Coloro che vogliono memorizzare grandi quantità di dati online e renderli disponibili ad altri, ora hanno anche la possibilità di utilizzare la nuova offerta gratuita di Mega, il successore del servizio di file sharing Megaupload, disponibile in versione beta con 50 Gb di memoria.

I dati possono anche essere memorizzati in modalità criptata. Andare alla pagina www.mega.co.nz e registrarsi inserendo il nome utente, l ‘indirizzo email e la password.
La password va ricordata molto bene perché nella fase beta del sito non può essere cambiata e senza la password non è possibile decriptare i dati salvati. Confermare la registrazione cliccando sul link inviato via email. La cifratura viene impostata automaticamente, in modo che l’utente non se debba preoccupare.

Il servizio è utilizzabile dal browser, senza l’installazione di applicazioni. L’interfaccia utente sembra molto ordinata e intuitiva. Non è disponibile una anteprima dei contenuti, dato che i dati sono criptati e non sono visibili dal servizio. Dopo la registrazione, è possibile selezionare New upload o File upload o Folder upload per inviare i dati desiderati. Ciò è ancora più semplice utilizzando il drag & drop, trascinando dalla finestra di Windows alla pagina Mega della finestra del browser. I file sono scaricabili con un doppio clic o mediante comando Download.

megaupload

Utilizzare il comando Generate link per creare il  link da condividere per permettere ad altri di scaricare il file. Oltre al link è necessario inviare una chiave pubblica, ovvero una password che permette a chi la possiede di leggere il contenuto del file. La velocità di trasferimento nella fase iniziale è irregolare, ma comunque sufficiente.
NOTA Utilizzare il servizio solo per condividere contenuti legali, non memorizzare informazioni sensibili e non utilizzare la cloud come unico supporto di archiviazione in quanto i l servizio è in versione beta e potrebbe essere anche interrotto.

Precedente
Successivo

Lascia un Commento o Rispondi

La tua email non sarà visibile pubblicamente.Campi obbligatori sono marcati *

*