Skip to Content

Nuovi contenuti sponsorizzati in Facebook

Nuovi contenuti sponsorizzati in Facebook

Sii il Primo!

Facebook cambia algoritmo alla velocità in cui, noi comuni mortali, ci cambiano i calzini, per non dir di peggio. Il suo scopo? Monetizzazione e condivisione di contenuti originali.

Per arrivare a tale fine, ogni mezzo appare percorribile e Facebook, infatti, cambia ancora, proponendo un News Feed totalmente nuovo.
Il news Feed, in pratica, sono le notizie che vengono proposte all’utente, in Home, una volta aperto il Social Network. Anteriormente venivano privilegiate le sponsorizzazioni o i post delle pagine. Spesso vi sarete imbattuti in sponsorizzazioni celebri di brand. Ecco, da oggi, scordatevi tutto ciò.

facebook_sponsor_post_

Facebook cambia marcia ed il News Feed sarà indirizzato alla sponsorizzazione dei semplici contenuti degli amici. Sarà più facile in questo modo che gli utenti possano scoprire gli aggiornamenti di stato di amici e parenti, piuttosto che sorbirsi pubblicità o post spam. In tal modo, Facebook vuole arginare la pubblicità indesiderata, dando meno spazio nel News Feed alle pagine. Sarà necessario ad esse, dunque, sponsorizzarsi per riguadagnarsi ampie fette di popolarità e questo incrementerà la monetizzazione, altro obiettivo sensibile del Guru di Facebook.

La condivisione di contenuti originali, ma provenienti dai profili personali, renderà spontaneo il fluire di idee e di pensieri, disattendendo le aspettative dei Brand, sempre a caccia di pubblicità. Un ritorno alla persona, alle sue idee, alle sue aspirazioni, anche di popolarità, mai ignorato da Facebook. Le sponsorizzazioni triplicheranno, i guadagni pure ed il fatto di premiare l’individualità dei singoli profili renderà ancora più simpatico il Social, se mai ce ne fosse bisogno.

L’upload di contenuti originali garantirà visibilità agli utenti, maggiori condivisioni spontanee ed una crescita del social che, in ogni caso, non ha mai toccato perdite importanti, essendo uno dei più utilizzati quotidianamente da una fascia trasversale di utenti, in preda al panico se Facebook va in crack.

Precedente
Successivo

Lascia un Commento o Rispondi

La tua email non sarà visibile pubblicamente.Campi obbligatori sono marcati *

*