Skip to Content

Tool Facebook per sovrapporre immagini sulla foto del profilo

Tool Facebook per sovrapporre immagini sulla foto del profilo

Be First!
by aprile 20, 2016 Social Network

6182addd5b755c25feea7aa1016d963f

Se vi siete chiesti per quale ragione Facebook non abbia consentito di sovrapporre alla vostra immagine del profilo quella della bandiera belga, a seguito degli attentati di Bruxelles, perpetrati con violenza, solo un po’ di tempo fa, il motivo è presto detto: l’assenza di un tool generico che consenta la sovrapposizione di immagini in caso di eventi luttuosi o disgrazie mondiali. Ultimamente, il social network è stato molto criticato per aver volontariamente ignorato i fatti in Pakistan, dando priorità a vicende vicine.

Il motivo è il lungo tempo che richiede la creazione di immagini da sovrapporre alle immagini del profilo che noi eligiamo. Ma con un tool specifico non vi sarebbero più problemi analoghi e gli utenti sarebbero facilmente in grado di creare immagini del profilo sovrapposte e temporanee per esprimere il loro cordoglio in caso di tragedie di grossa entità o di catastrofi naturali.
Da sempre Facebook è attento, in ogni caso, a ciò che accade nel mondo e alle reazioni che i suoi utenti intendono esprimere in merito alla violenza che si respira di questi tempi. In merito agli attentati di Parigi, Facebook aveva proprio dato la possibilità di sovrapporre la bandiera francese alla nostra immagine del profilo.

Un gesto temporaneo ma molto significativo per esprimere cordoglio e vicinanza verso un popolo a noi caro colpito da un’immane tragedia. Tuttavia, gli utenti Facebook hanno mostrato la volontà di esprimere solidarietà anche per le vittime di tragedie lontane, ugualmente importanti, ugualmente degne di essere menzionate e ricordate, anche sui Social. Questa urgenza ha spinto gli sviluppatori a “fare di più”, concependo, appunto, un tool generico che possa essere adatto a tutte quelle situazioni che richiedono un’immediata risposta di massa, non cadendo nel ridicolo rischio di dare priorità ai morti vicini ed ignorare quelli lontani!

Previous
Next

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà visibile Contrassegnati i campi obbligatori *

*