Skip to Content

Programmi masterizzazione DVD / Bluray

Programmi masterizzazione DVD / Bluray

Anche se al giorno d’oggi non ne sentiamo l’immediata necessità, masterizzare DVD e Bluray è sempre qualcosa che può essere utile una volta ogni tanto. Magari per conservare dati, o forse per trovare un modo di riprodurre un filmato all’interno d’un lettore della stessa categoria. Non si può negare che nell’era delle penne USB gigantesche e delle microSD che seguono le stesse dimensioni, questi dischi ancora servono il loro scopo. E MacOS lo sa bene: alcuni strumenti ancora seguono la possibilità di poter modificare e masterizzare un qualsiasi disco con un contenuto a nostra scelta. Ma si tratta, pur sempre, di programmi già integrati nel sistema. Non sempre questi soddisfano tutti i requisiti di cui abbiamo bisogno.

Molti pensano che su MacOS, qualsiasi programma costa un capitale. In realtà le soluzioni gratuite non sono poi così poche. Ecco tutti i migliori prodotti per masterizzare DVD e Bluray sul nostro Mac:

Burn Main Window (Image)

Uno strumento molti uso con parecchi scopi. Burn serve per proteggere i nostri dati con diverse metodologie di conversione, ma non manca comunque il suo scopo principale: quello di poter offrire, naturalmente, la possibilità di masterizzare dei dischi con all’interno filmati o i nostri dati. Ha il già adeguato supporto per i formati DMG, ISO, CUE o BIN. Per quel che riguarda i filmati personali e non, può inserire anche dei menù e dei contenuti adeguati (seppur semplici) così da aggiungere un piccolo livello d’interazione. Va detto che Burn s’avvicina un po’ ad IMGBurn (almeno chi usa Windows, lo conoscerà forse un po’ meglio) e come tale è molto diretto nelle sue funzioni, niente opzioni complicate o inutili.

Da non confondere con Burn, questo programma è un po’ vecchiotto ma può comunque prendere l’impegno di masterizzare dei DVD con la giusta composizione. E’ una buona soluzione se il vostro Mac ha qualche annetto dietro le spalle e volete masterizzare qualcosa in fretta. BurnX può masterizzare i nostri dati di vario tipo, ma può anche creare dei DVD video con ben poco sforzo. Anche qui si parla d’un programma rapido, anche se richiede giusto qualche piccola operazione per iniziare la masterizzazione di tutto quello di cui abbiamo bisogno.

Un programma dalla struttura un po’ arretrata ma aggiornato almeno per girare su sistemi operativi moderni, la sua specializzazione sono i video, perciò va per la maggiore usato per creare filmati ed altri contenuti. Avendo solo questa funzione a disposizione, non c’è veramente molto da dire. Una volta inseriti i contenuti video, si può iniziare la masterizzazione, opzionalmente si può personalizzare il tipo di File System o se il disco (se RW) va cancellato prima dell’inizio dell’operazione. Poche funzioni, molto semplice e diretto, per chi non vuole spendere niente e ha da masterizzare solo qualche filmato al volo. Ed in fondo il titolo del programma veramente spiega tutto.

Passando invece a qualcosa che viene curato regolarmente, Express Burn è la soluzione più commerciale ai nostri desideri di masterizzazione. Come dice il nome, il suo punto di forza è la velocità nel quale si passa dalla creazione del disco alla masterizzazione dello stesso. Essendo compatibile con sistemi un pochino più aggiornati, è una delle soluzioni più adeguate al caso. Con le giuste modifiche può supportare anche la masterizzazione di Bluray, anche se naturalmente bisogna cercare il modo giusto per farcelo capire. In generale, un buon programmino, svelto e con poche necessità d’uso.

Una piccola menzione finale la diamo proprio a Bombono DVD (https://sourceforge.net/projects/bombono/). Questo programma non svolge niente di più rispetto agli altri, ma può essere una decente alternativa. La sua grafica generale è meglio curata, il che magari può essere adeguato a chi vuole quel programma di masterizzazione con un interfaccia carina.

Previous
Next

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.